🟥 AMNESTY INTERNATIONAL E LE RITORSIONI CONTRO I LAVORATORI DELLE RSA Da un’inchiesta condotta da Amnesty emerge che gli operat…

Tempo di lettura: 2 minuti

🟥 AMNESTY INTERNATIONAL E LE RITORSIONI CONTRO I LAVORATORI DELLE RSA

Da un’inchiesta condotta da Amnesty emerge che gli operatori che hanno provato a segnalare la “strage” nelle residenze per anziani sono stati messi a tacere, spostati di reparto o allontanati.
Sospensioni e provvedimenti disciplinari sono le ritorsioni piĂą frequentemente segnalate da chi aveva sollevato il problema.

Ora Amnesty chiede che su questi fatti indaghi una commissione d’inchiesta parlamentare e invoca una legge a protezione di chi, con le proprie segnalazioni, permette di far luce su luoghi poco
accessibili a tutti, istituzioni comprese.

🔻Anche la magistratura ha dimostrato di avere le armi spuntate, come dimostra la vicenda recente del Pio Albergo Trivulzio di Milano. I pm che indagavano sulle morti da Covid al PAT hanno presentato una richiesta di archiviazione nei confronti dei vertici della struttura, interpretata da molti come un’assoluzione da ogni responsabilità.

In realtà i giudici hanno messo nero su bianco «carenze oggettive riguardo la distribuzione di dispositivi di protezione adeguati, formazione dei dipendenti, tracciamento del contagio, conseguenti provvedimenti di isolamento e contenimento» e «una certa sottovalutazione del rischio, in un’ottica che pare diretta, per l’appunto all’inizio del contagio, ad occultare più che a risolvere le difficoltà».
L’impossibilità di stabilire un nesso diretto tra i decessi e le scelte dei vertici del PAT ha dissuaso i magistrati dal chiedere il rinvio a giudizio.

đź”»Archiviazione penale non significa comunque che non ci siano responsabilitĂ  di altro genere.

(Feed generated with FetchRSS)

Leggi Tutto

Fonte Marco Fumagalli M5S Lombardia on Facebook

Commenti da Facebook
(Visited 1 times, 1 visits today)
Vai alla barra degli strumenti