A futura memoria

Tempo di lettura: 8 minuti

A circa 6 mesi dall’insediamento della nuova Amministrazione, mi sembra doveroso rispolverare le proposte presentate  suo tempo all’attuale Sindaco.

Molte di esse erano già state condivise con i cittadini attraverso il nostro Programma Partecipato messo online sin dal giugno 2018.

E con nostra grande soddisfazione abbiamo verificato come alcune delle idee sono state ritenute valide ed inserite nel programma del gruppo vincitore.

La nostra voglia di collaborare e di proporre idee che possano migliorare la vivibilità de La Valletta Brianza, non si è certo conclusa, come dimostra la recente istanza sulle Comunità Energetiche.

Ovviamente si tiene a precisare che non si è assolutamente presentata una semplice lista della spesa, ma che si sono dati anche tutti i riferimenti necessari – o quantomeno le disponibilità – per rendere concrete le proposte.

Ci sembra corretto però lasciare anche qui una traccia di quanto presentato affinché, magari un giorno, qualcuno le possa trovare utili e realizzabili.

In sostanza a totale disposizione di chi vorrà in futuro impegnarsi per la collettività.

Al Sindaco

Marco Panzeri

La Valletta Brianza

La Valletta Brianza, 29 settembre 2020

OGGETTO: CONDIVISIONE PROPOSTE

Buongiorno,

il sottoscritto Giuseppe Floridia in qualità di attivista di La Valletta 5 Stelle desidera porre all’attenzione della S.V. quanto elaborato in questi anni di attività sul nostro territorio.

Come sempre lo spirito è quello di collaborazione con l’Amministrazione affinché si possano sempre più individuare e, laddove possibile, migliorare gli aspetti della nostra vita comunitaria.

Lieti nell’osservare che molti punti da noi indicati nel nostro (tentativo di) Programma Partecipato pubblicato online sin dal 2018 sono stati da Lei presi in considerazione ed inseriti nel Suo corposo programma, riteniamo utile integrare con quanto emerso dai confronti con i cittadini in occasione dei nostri gazebo.

  • VILLA SACRO CUORE
    • Rammaricandoci di esserci trovati soli quando nell’ottobre 2018 tentammo una raccolta firme per rimettere in discussione l’oneroso progetto di restaurazione, prendiamo atto che comunque il problema è stato posto all’attenzione di tutti e che il Suo programma ne prevede una riconsiderazione. Non potendo più intervenire sui costi, la nostra posizione è sempre stata di porre l’attenzione sulla destinazione d’uso della Villa ritenendo riduttivo l’utilizzo per gli esclusivi Uffici Comunali. Consideriamo più corretto che lo spazio possa essere utilizzato per la creazione di un Polo Culturale e Ricreativo usufruibile in particolare dai giovani. Tra le varie proposte evidenziamo quelle della creazione di una Sala Prove e Registrazione a costi accessibili per gruppi musicali o simili.
  • UFFICI COMUNALI
    • Per quanto riguarda gli Uffici Comunali siamo più propensi a potenziarne la dislocazione rispetto all’accentramento e siamo convinti anche che un rafforzamento dell’informatizzazione dei servizi, attivando la richiesta e la compilazione di modulistica online, risulterebbe utile a tutta la cittadinanza.
  • UNIONE DEI COMUNI
    • Le confermiamo di essere favorevoli al raggiungimento di un accordo con l’Amministrazione di Santa Maria Hoé per completare l’unificazione dei Comuni.
  • AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
    • Riteniamo fondamentale un netto miglioramento del sito del Comune che renda più semplice sia la ricerca di informazioni che la modulistica.
    • È altresì importante la creazione di un applicazione per sistemi di telefonia mobile che possa divulgare in “tempo reale” informazioni, comunicazioni, convocazioni ed eventuali allerte di emergenza.
    • Chiediamo che sia attivato, in particolare in questo periodo di emergenza, lo streaming delle sedute del Consiglio Comunale.
    • Consigliamo l’immediata comunicazione ai cittadini dello stato economico-finanziario con la pubblicazione (possibilmente con termini semplici) del bilancio comunale al momento del Suo insediamento.
  • SERVOSCALA SCUOLE ELEMENTARI
    • Vorremmo sottolineare il messaggio altamente diseducativo per gli altri bambini che determina l’assenza di un servoscala posto all’ingresso della scuola elementare di via Vittorio Veneto. Ci fosse anche un solo bambino disabile o con problemi di deambulazione, non crediamo sia opportuno distinguerlo dagli altri compagni di scuola costringendolo ad un ingresso dal retro. Crediamo che sia suo diritto entrare anch’egli dall’ingresso principale.
  • CIMITERO
    • A tal proposito abbiamo ricevuto svariate sollecitazioni sulle difficoltà di accesso al cimitero a causa della ghiaia e, come già previsto anche dal Suo programma, del mancato completamento della pista pedonale di via Giovanni XXIII.
  • ECOCOMPATTATORE E RACCOLTA RIFIUTI
    • Avevamo a suo tempo proposto la tariffazione puntuale, l’installazione di ALMENO un ecocompattatore e la sostituzione degli obsoleti cestini pubblici. La prima proposta è stata portata avanti e ne siamo lieti. Sull’ecocompattatore non abbiamo più ricevuto risposte, ma noi riteniamo che possa essere un sistema “educativo” per diminuire la dispersione di alcune tipologie di rifiuti se accompagnato da un ritorno in benefici per chi lo adopererà. La nostra proposta infatti prevedeva varie possibilità:
      • O un compenso monetario immediato ad ogni prodotto immesso;
      • O la possibilità di far scalare la quota variabile della TaRi;
      • O il rilascio di un buono da spendere nei negozi locali (ad esclusione di alcoolici e tabacchi);
      • O la creazione di un fondo per le scuole.
    • I cestini pubblici nelle vie vanno incrementeti (in particola nella “nuova” via Brusadelli) e soprattutto sostituiti con nuovi modelli che consentano la differenziazione dei rifiuti.
  • TRASPORTI INTERNI
    • C’è una totale assenza di trasporto interno. Vista anche il ripartizione in varie frazioni del nostro territorio, spesso si rende necessario l’utilizzo del mezzo privato anche per espletare le minime commissioni (posta, banca, comune, medico etc…) con conseguente inutile traffico e peggioramento della qualità dell’aria già compromessa dalla vicinanza alla strada statale. Inoltre persone anziane o sole o disabili devono attendere un accompagnamento per potersi recare in qualsiasi luogo. Chiediamo pertanto una riflessione sull’istituzione di un RadioBus.
  • PISTA PEDONALE – CICLABILE
    • Le abbiamo sempre riconosciuto il merito di averla creata, tanto che ci siamo permessi di rinominarla “pista Panzeri”. E’ nostra intenzione però sollecitarne il prolungamento fino ai confini di Olgiate Molgora, all’altezza della trattoria “Lo Scarpone”, così come era previsto nel DUP. Si propone inoltre l’installazione, lungo la parte di competenza del Comune de La Valletta Brianza, di attrezzature denominate “ percorso salute”.
    • Proponiamo inoltre di trovare un’intesa col comune di Olgiate Molgora, Provincia e Regione al fine di creare una percorso ciclopedonale che dalla Trattoria “Lo Scarpone” arrivi almeno fino in via Mirasole di Olgiate Molgora per agevolare coloro che intendono raggiungere la stazione a piedi o in bici, senza che si rischi la vita.
  • OPEN WIFI
    • Abbiamo apprezzato l’inserimento di questa nostra proposta nel Suo programma. Dopo aver perso due bandi europei, si aupica che sia la volta buona!
  • POTENZIAMENTO RIPETITORE E FIBRA
    • Parallelamente però si sollecita di prendere atto che molte nostre frazioni non hanno l’adeguata copertura del segnale di telefonia mobile (e alcune nemmeno RAI) a causa del collocamento del ripetitore. Sarà necessario provvedere ad uno progetto per migliorare questo disagio. Così come è fondamentale completare l’opera di installazione della Fibra Ottica in quanto la potenza dell’ADSL risulta scarsa in molte frazioni.
  • TURISMO
    • E’ necessario rivalutare il nostro patrimonio artistico e culturale, ricatalogando e rivalorizzando i nostri monumenti, le nostre chiese, le ville e il patrimonio artistico in esse contenuto. Inoltre crediamo sia opportuno:
      • Incentivare l’afflusso turistico nel Parco del Curone (con aree bambini e aree pic nic)
      • Studiare la fattibilità di aree pic nic anche lungo la “Pista Panzeri”
    • RICONVERSIONE AREE INDUSTRIALI DISMESSE
      • Sempre auspicando un rapido cambiamento di tendenza della crisi economica attuale, viste le imprese che hanno dovuto cessare le proprie attività e hanno dovuto chiudere, troviamo però deleterio e totalmente contrario al nostro concetto di salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio che esistano decine di strutture dismesse e inutilizzate e, ancor peggio, senza nessuna prospettiva di riapertura. Pertanto proponiamo che, trascorsi un certo numero di anni, tali strutture vengano acquisite dagli enti locali direttamente e riconvertite in strutture utili al turismo (siamo comunque vicini a zone di notevole valore turistico) o, in particolare, al “sociale”, creando così anche luoghi di offerta alloggiativa destinata all’accoglienza di persone aventi necessità abitative temporanee:
        • Lavoratori autonomi e con contratto che devono risiedere sul territorio per un periodo limitato;
        • Parenti di pazienti in cura presso le strutture ospedaliere del territorio;
        • Persone in condizioni di emergenza abitativa.
      • BANCA DEL TEMPO
        • All’interno del discorso cultura si potrebbe anche inserire e istituire una “Banca del Tempo” dove le persone di ogni età, sesso, ed estrazione sociale possono donare e usufruire di aiuti. Tanto per fare un esempio, persone anziane possono insegnare ai giovani come riparare una bicicletta o motorini, mentre i giovani possono istruire gli anziani sull’uso della tecnologia. Tale risorsa, affiancata ai fruitori del Reddito di Cittadinanza locali, potrebbe essere utilizzata anche per la gestione del RadioBus proposto prima.
      • CREAZIONE ZONA PEDONALE
        • Siamo consapevoli che questa proposta risulta essere azzardata e probabilmente molto onerosa. Ma siamo anche convinti che una Comunità si crea anche attraverso spazi di socializzazione Rovagnate non ha una piazza. Perego non ha una piazza. La scarsa attenzione all’urbanistica della zona “centrale” rende attualmente impossibile pensare di realizzare una “Piazza” come luogo di incontro dei cittadini o per proporre eventi. A causa anche delle nuove costruzioni effettuate all’interno (vedi villaggio Rododendro), è difficile individuare uno spazio che non paralizzi la viabilità, anche solo per creare una zona “pedonale”, esente dal passaggio delle auto. Una proposta che ci viene in mente a tal proposito è un adeguamento strutturale dello spazio di Via Vittorio Veneto collegato alla Scuola Elementare, dove poter mettere in atto una sorta di “area pedonale” durante alcune fasce orarie serali, variabili a seconda del periodo invernale o estivo.
      • ADEGUAMENTO FERMATA PULLMAN STATALE
        • Abbiamo assistito alla farsa della collocazione, da noi spesso sollecitata, di una pensilina alla fermata del bus sulla statale all’incrocio con via Lombardia dove l’estetica è prevalsa sulla funzionalità. Le fermate del pullman, sia all’incrocio tra la SP342 e Via Lombardia sia quella in prossimità dell’ARS, sono del tutto inadeguate, oltreché pericolose, per accogliere il numero degli studenti che alla mattina viaggiano per raggiungere le scuole. E’ necessario individuare uno spazio più ampio e adeguato e dotarlo dell’attrezzatura realmente utilizzabile al fine di una attesa più agevole, in particolare nel periodo invernale.
      • SICUREZZA
        • Anche in questo caso siamo lieti di osservare che anche nel Suo programma è stata inserita la possibilità di creare un sistema di “Controllo del Vicinato”. Siamo da sempre favorevoli a questo metodo che comunque sarebbe agevolato dal punto successivo.
      • ILLUMINAZIONE PUBBLICA
        • Alcune zone sono totalmente sprovviste di illuminazione pubblica. Si prenda ad esempio il tratto tra Crescenzaga e Sara, zone che hanno avuto un notevole incremento abitativo. Avevamo proposto l’installazione di lampioni fotovoltaici, così come auspichiamo la conversione con tale tecnologia di tutta l’illuminazione cittadina.
      • DOSSI RALLENTATORI VELOCITA’
        • Abbiamo da sempre sostenuto la necessità di posizionare dei dossi artificiali in alcuni punti con particolare riferimento alla curva di via Santa Caterina, incrocio via Sacro Cuore, direzione interna, in quanto le strisce pedonali sono piazzate in eccessiva prossimità della stessa e costituiscono un pericolo per i pedoni se un’auto dovesse sopraggiungere a velocità elevata. Alcuni dossi già in essere, poi, necessitano di manutenzione e riverniciatura in quanto ormai poco visibili. Ma riteniamo che la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade, marciapiedi e cigli stradali sianop gà una priorità per la Sua amministrazione.
      • PARCO GIOCHI CRESCENZAGA
        • Il suddetto minuscolo Parco giochi è stato da poco smantellato probabilmente a causa dell’obsolescenza dell’attrezzatura presente. In zona però non ci sono altri spazi idonei per i bambini e lo stesso risulta essere alquanto limitato. Invitiamo almeno ad un ripristino di un minimo di giochi visto l’alto numero di bambini nella zona.
      • CONSIGLIO DEI RAGAZZI
        • Siamo favorevoli a questo tipo di iniziative che favoriscono la partecipazione alla vita e allo sviluppo della Comunità da parte dei giovani. Ma al fine di non rendere puramente apparente la loro partecipazione, proponiamo anche la creazione di una Consulta Giovanile che possa vedere coinvolti non solo i ragazzi delle scuole medie, ma anche i giovani dai 15 ai 20 anni. Inoltre proponiamo Il Seggio dei Bambini da organizzare ogni qualvolta la cittadinanza si troverà di fronte ad un turno elettorale. Riteniamo che questa iniziativa possa agevolare e rinforzare il concetto di partecipazione democratica sin dalla più tenera età.
      • ISTITUZIONE USCA
        • Data anche la drammatica situazione di emergenza riteniamo necessario istituire l’Unità Speciale di Continuità Assistenziale che preveda anche la figura dell’infermiere scolastico.
      • SOCIALIZZAZIONE
        • Non ultimo vogliamo sottolineare l’aspetto della socializzazione che non può essere espletato esclusivamente dai bar locali. Riteniamo che la creazione di momenti e luoghi di socializzazione ed aggregazione (al di là del triste momento emergenziale attuale) siano la “spina dorsale” di una Comunità attiva e partecipe. Nella speranza che la drammatica esperienza di emergenza sanitaria possa concludersi al più presto, riteniamo opportuno che, attraverso strutture come l’ARS, l’Oratorio, la Pro Loco ed una Biblioteca migliorata e potenziata, si possano creare momenti ludico-culturali-ricreativi che rafforzino il senso di Comunità. E a differenza degli anni scorsi auspichiamo che, almeno in occasione del periodo natalizio, venga posto anche un minimo addobbo…..

Queste sono alcune delle proposte (riportate senza eccessivi dettagli tecnici per non “appesantire” questo documento) che noi riteniamo utili e che ci permettiamo di condividere con Lei e con la Sua Giunta ritenendo il tutto dei validi spunti per riflessioni sul miglioramento della qualità di vita della nostra Comunità.

Non intendiamo semplicemente delegare, ma ci mettiamo a disposizione per fornire approfondimenti sia attraverso la nostra disponibilità diretta, sia con l’ausilio dei Portavoce del Movimento 5 Stelle a livello locale, Regionale, Nazionale ed Europeo.

Distinti saluti

Commenti da Facebook
(Visited 22 times, 1 visits today)
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Vai alla barra degli strumenti