Ambiente: su fanghi in agricoltura Le Iene hanno toppato di grosso

Tempo di lettura: 2 minuti

“Il Movimento 5 Stelle ha sempre apprezzato il lavoro delle Iene, anche quando la trasmissione tv ha fatto le pulci a noi. Stavolta però, spiace dirlo, sul presunto allarme legato allo spandimento dei fanghi in agricoltura Le Iene hanno toppato di grosso”. Lo afferma il deputato del MoVimento 5 Stelle nelle commissioni Ambiente ed Ecomafie Alberto Zolezzi, che ha girato anche un video per replicare alla trasmissione televisiva.

“Vogliamo innanzitutto rassicurare i tanti spettatori e tutti i cittadini che il MoVimento 5 Stelle sui fanghi, per la precisione reflui domestici e non certo industriali, ha imposto limiti e controlli restrittivi – riprende Zolezzi -, ma andiamo per ordine. Innanzitutto è falso che in Liguria non vi fosse un’emergenza tale da inserire nel decreto Emergenze la norma che regolamenta i fanghi: la Regione trasferisce ogni anno in Lombardia 30.000 tonnellate di fanghi insieme ad altre 12 regioni”.
“A questo va aggiunto un altro elemento: non è vero che Cassazione aveva già imposto limiti alle concentrazioni di inquinanti. In realtà la Cassazione, alla luce di una ricognizione, ha rilevato la mancanza di una normativa in materia, per cui prima del nostro intervento tramite il decreto non vi erano limiti alle concentrazioni di inquinanti contenute nei fanghi” prosegue il deputato. “Certamente continueremo a lavorare con un apposito tavolo convocato al ministero dell’Ambiente per migliorare la norma, ma ribadisco che i limiti prima non c’erano e siamo stati noi a introdurlo, e per giunta sono limiti molto severi”.
“Sui limiti tedeschi che sarebbero più severi dei nostri, infatti, l’abbaglio delle Iene è diventato una vera e propria fake news: la Germania tiene sotto controllo solo sei ‘tipologie’ di Pcb, mentre noi ne controlliamo ben 209; per di più, l’Italia ha fissato un limite totale a 0,8 mg/kg per tutti i tipi di Pcb, mentre quello tedesco di 0,1 mg/kg vale per ciascuna delle 6 tipologie di Pcb monitorate. E se ancora non bastasse, rivendichiamo con orgoglio che l’Italia è l’unico Paese europeo che ha anche posto un limite alla concentrazione degli idrocarburi nei fanghi” aggiunge Alberto Zolezzi.
“Insomma, in attesa che gli amici delle Iene ammettano l’errore e tranquillizzino i loro spettatori lo facciamo noi: i limiti alla concentrazione di inquinanti che abbiamo imposto sono molto stringenti e siamo già al lavoro per fare anche meglio. Proprio il giorno in cui le Iene hanno mandato in onda il video, inoltre, è stata presentata la Piattaforma Italiana del Fosforo, nata grazie a nostri emendamenti proprio per recuperare il fosforo dai fanghi che si ridurranno in volume e miglioreranno in qualità” conclude il deputato del MoVimento 5 Stelle.

Leggi Tutto

Fonte Parlamento

Powered by WPeMatico

Commenti da Facebook
(Visited 10 times, 1 visits today)
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Vai alla barra degli strumenti