Consigliere aggredito: Vicini a Renato Bruno, violenza non ferma azione politica

Tempo di lettura: < 1 minuti

“Insieme ai nostri attivisti siamo vicini a Renato Bruno, consigliere comunale del MoVimento a Scalea, aggredito con calci e insulti a conclusione dell’ultima assemblea consiliare della stessa cittadina del Cosentino.

Nessuno pensi di poter fermare con la violenza l’azione politica di Bruno, che il Movimento 5 Stelle sostiene e sosterrà ai massimi livelli istituzionali. Quanto è accaduto al nostro consigliere comunale è incivile e indecoroso. Minacce e intimidazioni non c’entrano nulla con la comunità di Scalea, sana e civile ma già colpita, purtroppo, da uno scioglimento per infiltrazioni mafiose.

logo movimento.png

Sorprende che né il sindaco di Scalea, Gennaro Licursi, né la sua maggioranza né l’opposizione locali abbiano ancora manifestato solidarietà verso Bruno ed espresso una condanna pubblica nei confronti dei soggetti che l’hanno attaccato con violenza, individuati dalle forze dell’ordine e poi denunciati.
Per tutelare la vita democratica in Calabria c’è bisogno che intanto la politica, a prescindere da ogni colore, bandiera e schieramento, biasimi e isoli i protagonisti di simili episodi. Per il resto c’è la magistratura, che sta svolgendo un ottimo lavoro”. Così in una nota tutti i portavoce calabresi del MoVimento 5 Stelle.

Leggi Tutto

Fonte Parlamento

Powered by WPeMatico

Commenti da Facebook
(Visited 15 times, 1 visits today)
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Vai alla barra degli strumenti