Felicità e Lavoro

Tempo di lettura: 2 minuti

Esistono molti studi sui fattori che contribuiscono alla felicità dei lavoratori. Ora, un’analisi dell’Università di Chicago rivela un tratto fondamentale condiviso da nove dei lavori più apprezzati da migliaia di intervistati.

Tutti vogliono un buon lavoro, ma la domanda alla base di questo desiderio è quali sono le condizioni o le caratteristiche intrinseche che ti rendono felice con un lavoro?

Alcuni enfatizzano lo stipendio e altri le opportunità di formazione, promozione e avanzamento all’interno dell’azienda. Mentre alcune persone attribuiscono particolare importanza alla libertà creativa, altre danno la priorità a un buon ambiente di lavoro, alla capacità di innovazione dell’azienda o alla sensazione di essere apprezzati e parte di un progetto importante. C’è chi mette in vantaggio il lavoro e la conciliazione familiare, orari flessibili o incentivi e benefit, strutture all’avanguardia o la possibilità di viaggiare in altri luoghi.

Nel nostro paese, il 55,3% dei lavoratori si dichiara ampiamente soddisfatto del proprio lavoro. Al primo posto tra i fattori di soddisfazione c’è l’interesse per le proprie mansioni, che a livello nazionale è pari al 63,7%, seguito a breve distanza dai tempi di percorrenza del tragitto casa lavoro (62%) e dal clima lavorativo e le relazioni con i colleghi (57,4%). Agli ultimi posti, invece, si trovano la stabilità (52,5%), lo stipendio (32%) e l’opportunità di ottenere avanzamenti di carriera (28%).

Sono molti i fattori e la formula non consiste solo nell’arrivare a fine mese con sollievo o non svenimento dovuto allo stress, ma nella sensazione di autorealizzazione.

Un ampio sondaggio nazionale condotto dall’Università di Chicago su 27.000 persone ha mostrato che queste sono le nove professioni i cui lavoratori sono stati i più soddisfatti:

  • Sacerdote
  • Fisioterapista
  • Vigile del fuoco
  • Insegnante
  • Arte: pittura, scultura, design, cinema, ecc …
  • Scrittore
  • Psicologo
  • Educazione speciale
  • Ingegnere

Ma come coincidono lavori così disparati?

Come afferma Tom Smith, direttore e autore dello studio sviluppato presso il National Opinion Research Center dell’Università di Chicago, nonostante le ovvie differenze che si possono vedere tra un insegnate e un sacerdote, c’è una caratteristica comune che sta alla base di tutti loro.

I lavori più soddisfacenti sono per lo più professioni che coinvolgono la cura, l’insegnamento e la protezione degli altri. O in un altro modo, i lavori più felici sono quelli che implicano il “dare” ad altre persone, qualcosa che pensatori come Aristotele già postulavano secoli fa.

Il comportamento prosociale può aumentare la felicità. Altre ricerche mostrano che “eseguire cinque atti casuali di gentilezza un giorno alla settimana (per sei settimane) può aumentare la tua felicità in modo considerevole.

La maggior parte delle aziende soffrono di bassa soddisfazione da parte dei dipendenti, basso coinvolgimento e partecipazione alle attività e alla cultura aziendale. Bene, ora sappiamo cosa possono e possiamo fare per sentirci più felici.

Leggi Tutto

Fonte Il Blog di Beppe Grillo

Commenti da Facebook
(Visited 3 times, 1 visits today)
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Vai alla barra degli strumenti