Gli ultimi giapponesi del M5s: “La roba leghista noi non la votiamo”

Tempo di lettura: < 1 minuti


In queste settimane non c’è traccia di polemiche, voci in dissenso o anche solo dichiarazioni critiche nei confronti dell’accordo con la Lega di Matteo Salvini. La paura di nuove elezioni e il controllo militare di interviste e partecipazioni pubbliche hanno impedito che il dissenso venisse in superficie (mentre un/una parlamentare convocato/a dai vertici per “chiarimenti”). Eppure, la fronda anti-leghista cresce e si organizza: “Al Senato possiamo essere determinanti, la Lega è avvisata”.
Continua a leggere

Leggi Tutto

Fonte Politica italiana – Fanpage

Powered by WPeMatico

Commenti da Facebook
(Visited 27 times, 1 visits today)
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Vai alla barra degli strumenti