Interventi per lo spettacolo

Tempo di lettura: < 1 minuti

La legge di bilancio 2019 ha destinato risorse all’incremento del Fondo unico per lo spettacolo (FUS), alla prosecuzione del sostegno a festival, cori e bande, e allo svolgimento di attività culturali nei territori colpiti dagli eventi sismici nel 2016 e 2017.
Inoltre, ha modificato la disciplina volta a contrastare il fenomeno del c.d. secondary ticketing, ossia, il collocamento di biglietti per attività di spettacolo acquistati in maniera massiva e successivamente rivenduti a prezzi superiori rispetto a quelli esposti sul biglietto, in particolare introducendo la nominatività dei titoli di accesso.
Negli anni più recenti, nell’ambito dell’intervento di riforma del settore dello spettacolo – avviato nel 2017, ma non ancora completato –, è stata prevista l’istituzione del Consiglio superiore dello spettacolo ed è stato reintrodotto il credito di imposta a favore delle imprese produttrici di fonogrammi e di videogrammi musicali, nonché delle imprese organizzatrici e produttrici di spettacoli di musica dal vivo.
Gli ulteriori principali interventi hanno riguardato l’introduzione del c.d. ART-BONUS, ossia del credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a favore della cultura e dello spettacolo, e l’ideazione di misure per i giovani autori.
Infine, sono state approvate disposizioni a sostegno di particolari eventi o istituti.

Leggi Tutto

Fonte Camera dei deputati – Attività parlamentare nella XVII Legislatura

Powered by WPeMatico

Commenti da Facebook
(Visited 16 times, 1 visits today)
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Vai alla barra degli strumenti