Ma voi le vedete queste cose a La Valletta? – Prima Parte

Tempo di lettura: 4 minuti

Come ritengo doveroso fare, mi sono scaricato il DUP del Comune della Valletta Brianza.

Cos’è il DUP? Cito dal documento stesso:

Il DUP è lo strumento che permette l’attività di guida strategica ed operativa degli enti locali e consente di fronteggiare in modo permanente, sistemico e unitario le discontinuità ambientali e organizzative.
Il DUP costituisce, nel rispetto del principio del coordinamento e coerenza dei documenti di bilancio, il presupposto necessario di tutti gli altri documenti di programmazione.
Il DUP si compone di due sezioni: la sezione strategica (SeS) e la sezione operativa (SeO).
La prima ha un orizzonte temporale di riferimento pari a quello del mandato amministrativo, la seconda pari a quello del bilancio di previsione.

Quindi, in sintesi, è il documento con gli indirizzi strategici delle attività di una Amministrazione Comunale.
Ho iniziato a leggermelo e l’ho trovato molto interessante soprattutto per il fatto che a maggio saremo al giro di boa del 3° anno e mi sembra opportuno iniziare a fare un bilancio di ciò che è realmente stato attuato.

Suddividerò gli articoli del sito in base alle aree tematiche affrontate dallo stesso DUP nella speranza che intorno ad esse possa aprirsi un dibattito ed un confronto di verifica da parte dei cittadini. E magari di stimolo per l’attuale Amministrazione…..

SERVIZI ALLA PERSONA: LE FAMIGLIE IN RETE
Famiglie e adulti in difficoltà
Intendiamo istituire, anche in collaborazione con altre istituzioni, un Fondo comunale di Solidarietà per le famiglie, al fine di aiutarle attraverso la fornitura di pacchi alimentari, sostegno nel pagamento bollette, affitto o altri bisogni. L’erogazione di questi aiuti potrà avvenire attraverso la fornitura di voucher in cambio di lavori di pubblica utilità.
Intendiamo proseguire l’esperienza delle borse lavoro e dei tirocini lavorativi, per agevolare il reinserimento nel mondo del lavoro di chi l’ha perso a causa della crisi economica.
Ci preme inoltre sviluppare una vera sensibilità verso i bisogni e creare una rete di famiglie di supporto, secondo la filosofia del mutuo aiuto e della Banca del Tempo.

Area Anziani
Continueremo a erogare i servizi attualmente attivi forniti attraverso l’Azienda Speciale Retesalute, valutando la possibilità di introdurre delle innovazioni (ad esempio la somministrazione di voucher), al fine di dare risorse economiche dirette alle famiglie in difficoltà.
Riconosciuto il valore dell’iniziativa, potenzieremo il servizio “Caffè degli Anta” sia incrementando l’orario di apertura sia individuando una sede più idonea.
Implementeremo e pubblicizzeremo al meglio il servizio pasti a domicilio.
Al contempo vogliamo introdurre nuovi servizi per over 70 come ad esempio la fornitura di ricette mediche e farmaci a domicilio, l’attivazione di un servizio prelievi per TAO e il trasporto per visite mediche.
Sarà nostra cura organizzare trasporti a chiamata anche per servizi vari: spesa, posta, banca, accesso agli uffici comunali, ecc.
Ci attiveremo per l’individuazione e l’assegnazione di aree per orti sociali.

Area disabili
Proseguirà il nostro sostegno ai servizi attivi, anche mediante l’ammodernamento degli automezzi in dotazione.
Così come già avviene per il servizio di trasporto ai centri diurni frequentati dai ragazzi disabili, verrà valutata la possibilità di ulteriori servizi di trasporto presso ambulatori o ospedali per visite mediche e terapie.
Intendiamo dare particolare attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche laddove ancora necessario.
Desideriamo introdurre momenti ricreativi e di svago comunitari, nel fine settimana, per ragazzi disabili.
Proseguiremo l’esperienza di tirocini o adozione lavorativa e progetti di inclusione sociale, anche presso gli uffici comunali.

Area giovani
Vogliamo istituire una consulta giovani al fine di raccogliere le esigenze delle nuove generazioni per coinvolgerle al meglio nella vita del paese. Sarà necessario individuare spazi di aggregazione a loro dedicati e organizzare eventi che possano valorizzare la loro creatività.
Desideriamo fornire opportunità di lavori di pubblica utilità nei mesi di vacanza scolastica con progetti come “Util’estate”.
Presteremo attenzione al fenomeno dell’abbandono scolastico e del disagio giovanile, mantenendo esperienze valide come il progetto “Dire, Fare, Crescere”.
Proseguirà la nostra attenzione e la promozione di valide esperienze come il Servizio Civile Nazionale volontario, un anno di servizio alla comunità, aperto a tutti i giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni.

Area Infanzia – Minori
Valuteremo le varie necessità di nidi e strutture per la prima infanzia che possano rispondere alle diverse necessità delle famiglie, anche attraverso progetti di Banca ore.
Ci attiveremo per istituire il servizio di pre-scuola e post-scuola per ogni ordine scolastico, nonché un centro ricreativo per il periodo delle vacanze.
Vogliamo potenziare i servizi di doposcuola “Compiti Allegri” estendendoli anche nei mesi estivi.

Pari opportunità
Promuoveremo una cultura di genere attraverso la collaborazione con le associazioni che più da vicino si occupano di queste tematiche.

Stranieri
Riteniamo importante che nel nostro paese vi sia una cultura dell’accoglienza, nel rispetto delle tradizioni di ciascuno, al fine di creare integrazione delle famiglie straniere residenti, anche in collaborazione con la Parrocchia e le Associazioni del territorio.
Desideriamo mantenere i corsi di lingua italiana per stranieri, oltre a promuovere manifestazioni che li coinvolgano e li vedano protagonisti, estese all’intera cittadinanza.

Gioco d’azzardo e dipendenze in genere
Vogliamo promuovere progetti per combattere il gioco d’azzardo, nonché sensibilizzare la conoscenza in merito alle vecchie e nuove forme di dipendenza (alcol, droga, social network, ecc…).

Non voglio addentrarmi ora nella valutazione dell’attuazione di questa parte del programma.

In questa prima fase mi limiterò solo a riportare quanto è stato scritto.

Al termine di questa operazione ci sarà il momento delle riflessioni, delle considerazioni generali e dei “consigli”.

La cosa migliore che ci si possa auspicare è che queste riflessioni portino ad una accelerazione dell’attuazione del DUP, perché, ad oggi io vedo ben poco….

Commenti da Facebook
(Visited 96 times, 1 visits today)
Condividi
  • 167
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    167
    Shares
Vai alla barra degli strumenti