MarinaTex: la bioplastica dagli scarti di pesce

Tempo di lettura: < 1 minuti

Frutto della tesi di laurea della britannica Lucy Hughes all’Università del Sussex, MarinaTex viene prodotto grazie all’impiego del pesce sprecato (calcolato dalla Fao in 50 milioni di tonnellate annue), trattato con un processo a basse temperature.

The post MarinaTex: la bioplastica dagli scarti di pesce appeared first on Rinnovabili.

Leggi Tutto

Fonte Rinnovabili

Powered by WPeMatico

Commenti da Facebook
(Visited 9 times, 1 visits today)
Vai alla barra degli strumenti