Oggi in pratica si parla solo di revamping dell’inceneritore senza nemmeno fissare impegni precisi in termini di coinvolgimento …

Tempo di lettura: < 1 minuti

Oggi in pratica si parla solo di revamping dell’inceneritore senza nemmeno fissare impegni precisi in termini di coinvolgimento del territorio, economia circolare e data di spegnimento.

Non ci sono vere ipotesi di economia circolare da poter vagliare tranne una promessa di stanziamento fondi per le compensazioni che riteniamo doveroso.

Si potrebbero introdurre parecchie iniziative per dare quantomeno una prospettiva più razionale a un progetto che dal nostro punto di vista, parte male. Per esempio, si sta valutando l’utilizzo del dibattito pubblico per sviluppare un piano a sostegno del potenziamento del riciclo e dell’economia circolare, finalizzato alla progressiva dismissione dell’inceneritore stesso, per la quale deve essere fissata una data certa?

È stato previsto un osservatorio ambientale costituito da esperti, cittadini e associazioni che possano monitorare le varie fasi del progetto di economia circolare e verificare periodicamente la situazione degli impianti?

Se si vuole veramente offrire una prospettiva ai cittadini residenti, perché non inserire nei patti parasociali una data di chiusura dell’impianto e una progressiva riduzione dei conferimenti entro tale data?

Per approfondire: http://www.massimoderosa.it/accam-de-rosa-e-olgiati-m5s-inutile-parlare-di-newco-senza-veri-progetti-di-economia-circolare-e-date-certe/

(Feed generated with FetchRSS)

Leggi Tutto

Fonte MoVimento 5 Stelle Lombardia on Facebook

Commenti da Facebook
(Visited 1 times, 1 visits today)
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Vai alla barra degli strumenti