Crea sito

SANGALLI BLOCCA LA GARA DEL COMUNE DI MILANO SULL’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI – SIAMO ALL’ASSURDO DE…

Tempo di lettura: 2 minuti
SANGALLI BLOCCA LA GARA DEL COMUNE DI MILANO SULL’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI – SIAMO ALL’ASSURDO DELLA VIOLAZIONE DELL’INTERESSE PUBBLICO CHE VIENE TUTELATO SOLO DAGLI OPERATORI ECONOMICI.

Sembra proprio che il mondo giri al contrario con il M5S che vota la fiducia al Presidente Draghi e io che mi congratulo con la Sangalli di Monza (di cui anni or sono ottenni il commissariamento per i noti fatti corruttivi) per aver ottenuto la sospensione della gara sull’igiene urbana del Comune di Milano che probabilmente avrebbe potuto essere vinta dalla società di cui il Comune stesso è socio e poche altre in Europa. E’ stato infatti annullato dal TAR Lombardia il bando sull’igiene ambientale del valore di 2,4 miliardi di euro perché non prevedeva la suddivisione in lotti. In pratica pochissime aziende potevano partecipare al bando dovendo formulare la relativa proposta in tempi troppo ridotti. Il bando così come redatto sembrava costruito ad hoc per AMSA- la controllata di A2A – in quanto unica società ad aver i requisiti di fatturato e il know-how per poter partecipare in tempi celeri alla gara così come indetta. Inizio ad essere sinceramente scocciato di questi Comuni che, come quelli brianzoli con la vicenda A2A e AeB o come CEM Seruso, antepongono all’interesse pubblico quello dei poteri finanziari. La politica deve perseguire il fine della corretta gestione della cosa pubblica e non di qualche gruppo di interesse. I sindaci hanno il dovere di gestire i servizi pubblici nell’interesse dei cittadini senza essere costretti a privatizzare i servizi (vedi svendita di AeB) e poi con delle gare con requisiti stringenti cercare di assegnarli alle loro ex municipalizzate (Comune di Milano-AMSA). In un tale contesto trovo assolutamente incredibile che a tutelare l’interesse pubblico sia la ditta Sangalli, un’impresa privata, alla quale vanno i miei complimenti per questo ricorso e per essere riuscita ad affermare un sacrosanto principio di diritto: quello della partecipazione e della tutela della concorrenza mediante suddivisioni in lotti. Ma è proprio perché non è possibile che l’interesse pubblico venga tutelato solo da un operatore economico che mi appresto a depositare un progetto di legge che garantisca la legittimazione attiva nei processi amministrativi anche ai consiglieri comunali e regionali che sono titolari di un interesse pubblico al buon andamento dell’azione amministrativa.

https://www.giustizia-amministrativa.it/web/guest/dcsnprr?p_p_id=GaSearch_INSTANCE_2NDgCF3zWBwk&p_p_state=normal&p_p_mode=view&_GaSearch_INSTANCE_2NDgCF3zWBwk_javax.portlet.action=searchProvvedimenti&p_auth=rpsyEbnk&p_p_lifecycle=0

https://www.milanopost.info/2021/02/28/il-comune-non-azzecca-un-bando-il-tar-boccia-anche-il-mega-bando-sulle-pulizie/

(Feed generated with FetchRSS)

Leggi Tutto

Fonte Marco Fumagalli M5S Lombardia on Facebook

Commenti da Facebook
(Visited 16 times, 1 visits today)
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Vai alla barra degli strumenti