Gestione rifiuti, radicamenti mafiosi in ogni provincia.

Tempo di lettura: 2 minuti

La Commissione Antimafia della Regione Lombardia ha concluso le indagini sull’attività illecita dei rifiuti in Lombardia.

“L’aumento dei fenomeni incendiari in regione Lombardia è un dato effettivo e il territorio lombardo ha dei radicamenti mafiosi in ogni provincia.

Molte delle attività lecite sono permeate dalla criminalità organizzata di stampo mafioso. Nel corso dei sei mesi di indagine, l’inchiesta ha evidenziato il fatto che c’è un interesse forte, documentalmente dimostrato, da parte delle criminalità organizzate nella gestione dei rifiuti”.

Lo ha dichiarato Monica Forte M5S Lombardia Presidente Commissione Antimafia, a margine della conferenza stampa sull’indagine relativa al traffico illecito di rifiuti e l’aumento dei casi di incendio in Lombardia.

70 pagine contenenti documenti che raccontano questi 6 mesi di indagini e la situazione di estrema urgenza che ha portato ad affrontare questo tema.
Gli incendi ai capannoni di stoccaggio sono passati dall’essere 15 all’anno, a 32 nel 2018; le province più colpite COMO e MILANO.

“Va spezzato l’anello che lega il traffico di rifiuti e la criminalità organizzata. Un’intersezione grave, che è stata sottovalutata nel corso degli anni.

Le istituzioni ne prendano atto e decidano di intervenire in maniera efficace. Serve coordinamento, cooperazione e condivisione di dati e informazione, tra tutti gli enti e i soggetti interessati nella filiera della gestione dei rifiuti.”

Seguite il link per vedere la Cartina dei Roghi aggiornata
➡ https://bit.ly/2Xza9W3

L’articolo Gestione rifiuti, radicamenti mafiosi in ogni provincia. proviene da Movimento 5 Stelle Lombardia.

Leggi Tutto

Fonte Movimento 5 Stelle Lombardia

Powered by WPeMatico

Commenti da Facebook
(Visited 4 times, 1 visits today)
Vai alla barra degli strumenti