“Occhio all’Unione Europea, i gulag iniziarono così!” Il dissidente russo Vladimir Bukovsky con una cruda, spietata analisi storica mette a confronto l’Unione Sovietica con l’Unione Europea e lancia l’allarme.

Tempo di lettura: < 1 minuti

Vladimir Bukovsky

 

 

.

SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti

.

.

“Occhio all’Unione Europea, i gulag iniziarono così!” Il dissidente russo Vladimir Bukovsky con una cruda, spietata analisi storica mette a confronto l’Unione Sovietica con l’Unione Europea e lancia l’allarme.

Una cruda, spietata analisi storica che mette a confronto l’Unione Sovietica con l’Unione Europea. Il dissidente russo, oggi membro della Fondazione per i Diritti Umani di New York, non ha dubbi: abbiamo appena seppellito un mostro, ma ne stiamo costruendo uno ancora più grande. La perdita della libertà iniziò esattamente in questo modo. E’ così che nacquero i Gulag. Il video tradotto e sottotitolato per voi: fatelo vedere perché, come dice Bukowsky, potete ancora fare qualcosa: potete dichiarare la vostra indipendenza e dire no! Vladimir Bukovsky è uno scrittore, neurofisiatra e attivista dissidente russo che ha trascorso 12 anni nelle prigioni psichiatriche russe e nei campi di lavoro, per aver difeso i diritti umani durante gli anni ’60 e gli anni ’70. Il suo ultimo periodo di prigionia risale al 1971. Arrivò in occidente nel 1976 e oggi vive a Cambridge. Ha sperimentato sulla sua pelle un sistema che egli considera sinistramente simile a quello che oggi ci viene imposto con l’Unione Europea.

Leggi Tutto

Fonte Il Fastidioso

Powered by WPeMatico

Commenti da Facebook
(Visited 18 times, 1 visits today)
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Vai alla barra degli strumenti