Uno spettro si aggira per l’Unione: 4 MILIONI per Villa Sacro Cuore?!

Tempo di lettura: 3 minuti

La questione è ancora sul tavolo.

La sintetizzo prendendo spunto dall’articolo di Merate On Line 

Quanto a valore economico – e forse anche affettivo – è indubbiamente l’opera di maggior peso tra quelle inserite nel piano triennale approvato mercoledì sera dall’Unione dei Comuni della Valletta, all’unanimità con l’assenza in Aula di Marco Lanzotti, Mario Brambilla e Matteo Fumagalli: quattro sono infatti, come noto da tempo, i milioni destinati – nell’anno 2017 – alla ristrutturazione di Villa Sacro Cuore, futuro polo unico dei servizi per la municipalità nata dalla fusione tra Perego e Rovagnate. Nello specifico la spesa sarà sostenuta grazie all’accensione di un mutuo da 2.500.000 euro nonché con ulteriori 1.500.000 euro dell’avanzo di amministrazione (già applicato nel 2016). Una cifra che “schiaccia” gli altri interventi previsti, seppur comunque a loro volta sostanziosi con 520.000 euro per risistemazione di via Brusadelli e 220.000 euro per l’adeguamento della mensa e della centrale termica della scuola primaria di Santa Maria, solo per citare quanto in programma per il 2017 con altri 500.000 euro “riservati” a via Roma e dunque al centro storico di Perego per il 2018 a cui si aggiungono 100.000 euro per la ciclopedonale nonché 150.000 euro per il rifacimento di via Trieste e poco meno per manutenzioni stradali già “in elenco” per il 2018.

L’unica cosa certa e che si sa, quindi, è la destinazione finale: polo unico dell’amministrazione.

Ma a che pro? È realmente necessario un polo unico? Porta concretamente dei benefici vista la non eccessiva estensione del nostro territorio?

Non se ne conosce il progetto (o meglio, qualcosa esiste ma dovete avere la pazienza di scaricarvi OGNI SINGOLO FILE da qui),  i lavori che si vorrebbero fare, la destinazione del patrimonio storico culturale, a cosa dovrebbero essere finalizzati 4 milioni di euro di cui 2,5 in qualità di mutuo, quali saranno i costi relativi alla successiva gestione, quali effettivi risparmi si avrebbero con la concentrazione degli uffici…..

Insomma una progetto che si sviluppa sopra la testa dei cittadini.

A parte lo scarno incontro con la cittadinanza avvenuto nel dicembre 2017 i cittadini non sono assolutamente stati messi nella disponibilità di esprimere il loro parere su un intervento (ed un impegno economico) di tale fattura.

Come Gruppo La Valletta 5 Stelle riteniamo che sia doveroso non trascurare il parere degli abitanti dell’Unione, per tanto ci facciamo promotori, in questa sede, di un sondaggio che ne richieda il parere e che pubblicizzeremo anche in occasione del gazebo che terremo sabato 21 luglio 2018 dalle 10 alle 13 in Via Vittorio Veneto 13 (di fronte alle scuole elementari di Rovagnate).

Questa iniziativa non esclude però un maggiore impegno a settembre finalizzato a conoscere più concretamente il parere dei cittadini. Non escludiamo l’ipotesi di farci promotori di una consultazione popolare.

Siamo convinti che 4 milioni di euro siano una cifra veramente molto importante per la nostra comunità e che vadano più attentamente valutate tutte le reali priorità del nostro Comune, prima di impegnare per decenni risorse economiche.

Siamo convinti altresì che le attuali tecnologie possano aiutare a snellire la macchina burocratica riducendo la necessità di uffici.

Per chi volesse partecipare al questionario, clicchi sull’immagine sottostante

oppure

VOTA DA QUI

Commenti da Facebook
(Visited 314 times, 1 visits today)
Condividi
  • 24
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    24
    Shares
Vai alla barra degli strumenti