Lotta all’evasione fiscale e attività di riscossione

Tempo di lettura: < 1 minuti

Nel presente tema sono indicati i principali interventi normativi volti a far emergere la base imponibile, ad aumentare l’adesione spontanea agli obblighi contributivi e, più in generale, a potenziare il contrasto all’evasione fiscale. A tal fine, si ricorda che il legislatore ha recentemente individuato nuovi strumenti per cercare di facilitare l’attività di riscossione e di ridurre il divario tra le imposte che vengono effettivamente incassate dalle amministrazioni fiscali e quelle che si incasserebbero in un regime di perfetto adempimento spontaneo alla legislazione esistente (cd. tax gap).
Sul punto, si segnala che sono in corso di attuazione, secondo le indicazioni normative contenute in più provvedimenti, delle attività di analisi del rischio di evasione da parte dell’Agenzia delle entrate e della Guardia di finanza. In pratica, a questi soggetti viene riconosciuta la possibilità di avvalersi delle tecnologie, delle elaborazioni e delle interconnessioni con tutte le banche dati di cui dispongono. Sono in corso di attuazione, altresì, delle modifiche alla governance del Servizio nazionale della riscossione volte a realizzare una sempre maggiore integrazione tra l’Agenzia delle entrate e l’Agenzia delle entrate-Riscossione.
Nel tema sono inoltre indicati i dati quantitativi aggiornati che caratterizzano il fenomeno dell’evasione fiscale in Italia, nonché quelli inerenti all’attività di accertamento e riscossione svolte dalle Agenzie fiscali.
In tema di risultati alla lotta all’evasione, l’Agenzia delle entrate ha presentato il 9 marzo 2023 i dati aggiornati al 2022. Dall’analisi emerge che nel 2022 stati recuperati 20,2 miliardi, cifra che rappresenta il dato più alto di sempre.

Leggi Tutto

Fonte Camera dei deputati – Attività parlamentare nella XIX Legislatura

Commenti da Facebook
(Visited 4 times, 1 visits today)
Vai alla barra degli strumenti